La giusta prevenzione per l'artrosi

Controllo del peso e attività fisica

La prevenzione dell'artrosi articolare si basa sul controllo dei fattori di rischio modificabili, in quanto familiarità, predisposizione genetica ed età non possono essere cambiati. E’ invece possibile intervenire su fattori come le malattie metaboliche (esempio diabete o iperuricemia-gotta) che alterano la normale struttura cartilaginea, sulle sollecitazioni meccaniche (esempio lavori usuranti), sulle malformazioni (deviazioni degli assi degli arti inferiori) e soprattutto sul peso corporeo. Il sovrappeso o addirittura l’obesità causano un aumento degli attriti articolari accelerano l’evoluzione del processo artrosico nelle articolazioni sottoposte a carico (anca e ginocchio). Una perdita di peso in caso di artrosi avanzata determina sicuramente una riduzione del dolore e nei casi meno gravi o iniziali rallenta il processo di usura dell’articolazione.

 

Una attività fisica moderata e non traumatizzante, sempre accompagnata da esercizi di stretching, come cyclette, nuoto, yoga, acquagym mantiene il tono muscolare ottimale e riduce la rigidità articolare.

L’utilizzo di tutori come bastoni, antibrachiali, ginocchiere, plantari ma anche busti o collari aiuta a ridurre il lavoro delle articolazioni malate e quindi riduce il dolore.

Share by: